18 dicembre 2009

Non ci vivrei

Io viaggio molto poco perché ho scoperto che siccome tutto e tutti si muovono forsennatamente, se io sto fermo le cose arrivano da me, perciò è come se viaggiassi, ma stando fermo. Se no se viaggiassi anche io insieme a tutti gli altri alla fine sarei sempre in mezzo ai soliti e alle cose di sempre che viaggiano con me, e quindi sarebbe come stare fermo. Ma non era questo che volevo dire.
Ogni tanto qualcuno torna da qualche viaggio e dice di essere stato a Parigi o New York o San Pietroburgo o Venezia o Trieste o Barcellona o Lisbona o Kuala Lumpur, insomma in una città. A questo punto c'è sempre qualcun altro (non io, io mai nella vita) che chiede: ah, e com'è? Intendendo la città. E quasi sempre la risposta è:
- Bella, ma non ci vivrei.
È bella, ma lui non ci vivrebbe.
Cioè, mai nessuno che una volta risponda "Fa schifo, ma vorrei tanto viverci". No, tutti a dire "è bella, ma non ci vivrei". E infatti, non ci vivi. Infatti, vivi qui. Lì ci sei solo andato in vacanza, o in viaggio. Ci sei andato per qualche giorno, e poi basta. Allora che me lo dici a fare? Ti ho forse chiesto (non io, io non lo chiedo mai, mi sto immedesimando nel personaggio), ti ho forse chiesto se ci vivresti? Non ti ho chiesto se ci vivresti, ti ho chiesto com'è. Non è che se rispondi solo che è bella io penso subito "ah, ecco dove vorrebbe vivere costui", no, non lo penso. Come se poi tu qua invece ci vivessi perché è bello, ma per favore. Tu qua ci vivi perché ci lavori o ci sei nato o ci hai messo su famiglia, magari poi ti piace anche come posto, ma non sarà solo per quello che ci vivi.
- Bella, ma non ci vivrei.
Avete capito cittadini di quella bella città? Lui non ci vivrebbe, nella vostra città. Vi state strappando i capelli, vero? Vi state suicidando dalla disperazione, non è così? Avete perso un potenziale cittadino, lo so, è dura da mandare giù.
Non so, uno potrebbe rispondere, ogni tanto: "Rumorosa, ma non ci mangerei" o "Antica, ma non ci dormirei", "Priva di barriere architettoniche, ma non ci passeggerei".
- Bella, ma non ci vivrei.
Che è un po' dire che tutti quelli che invece ci vivono sono dei coglioni.
A me certe cose, mi mandano fuori di testa.

22 commenti:

Mario Pe(l)lacani ha detto...

"sarebbe bello viverci ma senza dover lavorare"
ecco, io ho aggiornato il mantra cosi', che piu' o meno va bene per tutti i posti del mondo, anche abbiategrasso volendo

scusa (per il fuori di testa)

Renton ha detto...

oh io lo dico. ma perchè penso che se ti dico 'non ci vivrei', ti introduco nel mio ambito semantico di valutazione valoriale accosicchè tu capisca che, nell'euforia trascendentale dell'espressione della valutazione del giudi...vabè, oh. scusa.

Bandini ha detto...

>Mario
mi hai fatto pensare a un'altra bella risposta alternativa: "Bello, ma non vorrei vivere". Che va bene per qualsiasi cosa nella vita.

>Renton
Ti ringrazio di introdurmi nel tuo ambito semantico di valutazione valoriale, non me l'aspettavo, che onore. Comunque, una città è fatta per viverci. Come fa a essere bella se uno non ci vivrebbe mai? È bella da visitare? Dico no alla Gardalandizzazione del mondo.

harvey ha detto...

a me capita il contrario, quindi devo avere qualcosa di storto.
cioé, ogni volta che vado in qualche città che non è la mia, vorrei trasferirmici. sempre. in tutte mi è capitato.
roma,
parigi,
venezia,
mantova,
lecce,
trieste,
genova,
milano.
tutte.

persino nel paese a due chilometri dal mio.

Renton ha detto...

FRONTE NAZIONALE ANTI GARDALANDIZZAZIONE DEL MONDO.

ma che poi chi se ne frega, a me basta la mia camera da letto.
che è bella, eh, ma non ci vivrei.

Bandini ha detto...

>Harvey
E il posto dove vivi adesso? È bello ma ci vivi?

>Renton
No, immagino. Ci dormiresti.

harvey ha detto...

la ringrazio di questa domanda, bandini.

Anonimo ha detto...

disse bene un mio amico:
quando sei nato a torpignattara finisci per viverci senza accortergertene...
gmai

Davide Saponetti ha detto...

Qui a Corvetto c'è un sacco di gente che pensa che fa schifo e non vorrebbe vivere. Roba da sgardanizzano Gardaland in cinque minuti.

Dott. Clayton Sugar ha detto...

Io vivo a Gardaland.

Cletus ha detto...

io SONO Gardaland.

Costanzo ha detto...

Sì, però è una frase di ampio respiro, alla quale puoi domandare un sacco di cose. Cominciando con "perchè"?

rachele ha detto...

Auckland è bella,
e ci vivrei :)

Tyler Durden ha detto...

Bologna è bella e ci vivrei!
oh cazzo, ora che ci penso lo faccio già.

marlene ha detto...

forse a volte uno lo dice più che altro come forma di lavaggio del cervello per donarsi l'autoconvincimento che il luogo in cui abita o vivacchia sempre, sia il meio der meio! MARLENE

ossimorosa ha detto...

- Ah, e com'è?
- Mai bella come casa mia. Per piccina che sia. Ma non ci farei vivere nessuno.

Anonimo ha detto...

don't catch a cold..................................................

peppermind ha detto...

Bello questo blog, ma non ci vivrei.
Pensa che io abito a Milano eppure "brutta questa città, non ci vivrei".

Sono comunque più sull'idea di Harvey, anche io se penso che sia bella, penso di viverci, e non capisco molto "bella, ma solo per fare vacanza".

inventatore ha detto...

Io lo devo aver detto, qualche volta nella vita, ma di posti tipo Segrate, e uso "carina" invece che "bella". Lo dico quando avverto disagio (sottile terrore) per la sensazione di ordine estetico pianificato artificialmente per sembrare piacevole, ma senza l'infusione ineffabile del bello. Con le città belle non mi capita. Anzi, quoto Tyler Durden, avendo abitato a Bologna 5 anni e avendoci lasciato il cuore.
Buon anno, Bandini, speriamo!

fede ha detto...

bello questo post eh... ma non lo scriverei.

Anonimo ha detto...

imparato molto

ilcontebera ha detto...

anche io ho abitato cinque anni a bologna e ci ho lasciato il cuore.
ma non ci vivrei. anche perché poi fare colazione a treviso sarebbe scomodo.