14 maggio 2010

Tutti in riunione

Stamattina c'è stata l'ennesima riunione in Sala Incubatrice. Nella mail di invitation meeting non era specificato il tema, o forse non me lo ricordavo io, è possibile perché ero (sono tuttora) strafatto di Noncipensare©. Comunque, alle 9 eccoci tutti in Sala Incubatrice.
– Fa caldo qua dentro – ha detto Creativo n.2.
– Perché siamo qui? – ha chiesto Creativo n.4.
- Dillo tu a me – ha detto Creativo n.3.
Abbiamo guardato tutti il capo. Aveva un aspetto orrendo.
– Riunione – ha detto lui semplicemente.
– È la tredicesima o quattordicesima riunione che facciamo in una settimana, capo – ha detto n.2.
– È proprio per questo che abbiamo indetto questa riunione. È una riunione per fare il punto sulle riunioni – ha detto il capo, continuando ad esalare fiato dalla bocca anche dopo che aveva finito di parlare.
– Dov'è Creativo n.1? – ha chiesto n.3.
– È morto, ricordi? – ho detto io.
– Aggià.
– Qual è il timing? – ha chiesto n.4, rubandomi la domanda. Rubandola a tutti, immagino. È una domanda sempre valida, anche se non si sa di che cosa si sta parlando, una specie di jolly.
– Ti sei giocato il jolly, coglione – ha sussurrato n.2.
– Riguardo al timing, ci verrà comunicato dal cliente dopo la riunione che sta facendo con il marketing – ha detto il capo.
– Ma come, il marketing non sta facendo una riunione interna? – ha chiesto n.4.
– Sì, ma all'interno della riunione interna è stata aperta una sottoriunione con il cliente – ha liquidato la cosa il capo.
– Sottoriunione? quelli sì che sono avanti – ha detto n.4.
Ci sono stati tre minuti di silenzio. Tutti probabilmente stavamo cercando di visualizzare il concetto di sottoriunione, di dargli un'immagine reale, o anche semplicemente un rendering, un rendering del marketing sottoriunito per il timing.
– Ieri ho telefonato all'amministrazione, mi ha risposto un impiegato che non poteva parlare perché era riunito con se stesso – ha detto n.2.
– Quando è morto, esattamente, Numero 1? – ha chiesto n.3.
– Facciamo il punto – ha detto il capo. Questa frase, "facciamo il punto", è prerogativa esclusiva del capo.
Tutti ci siamo guardati nervosamente.
– Niente presentazione? Niente slides? No PowerPoint? – ha chiesto n.4, cercando di prendere tempo.
– Nell'ultima riunione – ha detto il capo, ignorandolo – abbiamo stabilito, visto lo stallo raggiunto con le precedenti riunioni, di fissare una riunione che facesse il punto sulle suddette riunioni, ed eccoci qui.
– Io credo – ho esordito io – che l'unico modo per uscire dall'impasse sia fissare una nuova riunione da tenersi la settimana scorsa, in modo da creare un paradosso temporale che apra nuove prospettive.
– La settimana scorsa ho tutti i giorni impegnati – ha detto n.3.
– Come lo sai? – ho chiesto io.
– Perché l'ho già vissuta! Tutta! Non mi è avanzato neanche un minuto! – ha urlato lui.
– L'unica cosa da fare è vincolare l'odg alla conclusione della riunione del reparto commerciale, e che se la vedano loro – disse il capo girando i palmi delle mani in aria.
– Ma come, non è questa la riunione del commerciale? – ha detto un tizio che non avevo mai visto prima, e che per tutto il tempo era rimasto seduto a un angolo della Sala Incubatrice.
– No – abbiamo detto tutti.
– E allora che cosa ci faccio qui? – ha detto, scoppiando in lacrime.
Nessuno ha saputo rispondere.

11 commenti:

Mario Pe(l)lacani ha detto...

"ci aggiorniamo" e' altra prerogativa del capo: chiude la riunione e chiude la speranza che si possa vivere senza riunioni

i piu' sadici usano "ci aggiorniamo lunedi", anche se e' martedi, cosi' da lasciarti una sottile angoscia anche nel uichend

Bandini ha detto...

Caro Pella, vedo che anche tu ti riunisci spesso, bene, bravo, le riunioni tengono in piedi questo Paese.

Cletus ha detto...

credo che le riunioni siano semplicemente un'invenzione delle compagnie telefoniche (mobili e non) per far aumentare in modo esponenziale il traffico. Al genio che ha coniato l'espressione "non glielo posso passare perchè è in riunione" vengono conferite significative royalties da esse.

Pleonastico ha detto...

Non leggo Briefing.

Renton ha detto...

c'era qualcosa del genere anche in Dilbert.
Ma tu disegni meglio.

Davide Saponetti ha detto...

sempre piacevole leggerla comunque quello che volevo dire è che sul mio firefox appena sotto la barra degli indirizzi c'è posto per le iconcine mini dei miei blog preferiti: le clicco e tac mi ci porta agilmente. Il suo problema bandini è che la sua iconcina è anonima (tolgo sempre rigorosamente le scritte), ha voglia a cercare di convincermi che la "b" bianca in campo rosso sta per "bandini", e allora Leonardo e vari altri che hanno la stessa iconcina che scusa dovrebbero tirar fuori? Comunque, non può fare qualcosa di fighetto per personalizzarla? Mi venga incontro: attualmente quando voglio leggere qualcosa di sinistra apro per sbaglio la sua pagina e viceversa quando cerco i suoi racconti mi escono i post di leonardo, lo shock culturale che ne deriva, lo riconoscerà, è fortissimo.

Bandini ha detto...

Spett.le Saponetti, mi spiace del contrattempo, ma qua non si personalizza, qua si disumanizza. E anche volendo non saprei come fare a cambiare l'iconcina. Mi dispiacissimo

Tyler Durden ha detto...

scusate il ritardo, ho saputo solo ora della riunione.
Se non gli avete già presi io vorrei caffè. Corretto col cinar...

inventatore ha detto...

Bandini son stanco e bloggo poco, ma qui è sempre un gran bel tornare!

harvey ha detto...

so che le maestre sono sempre in riunione.
la mia, non si riuniva mai. portava una divisa nera, per non sporcarsi col gesso, diceva. era bella, imborotalcata di lavagna.
ma non si riuniva.

Jo ha detto...

Ora e' ufficiale: lavoro anche io alla Clebbino, non vedo altre soluzioni.

Jo